RedAzione - Fondazione Opera Don Pippo ONLUS

RedAzione




La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine Facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all’esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell’argomento, degli interessi o del destinatario dell’informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto.

Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l’individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l’ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L’idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all’esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare.

Tutto questo avverrà in collaborazione con “4live” blog di informazione locale gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all’albo).

A chi è rivolto

A chiunque, dai 16 anni in su, sia interessato ad un esperienza in ambito giornalistico.

Obiettivi

  1. Sviluppare una auto-consapevolezza dei processi comunicativi in un contesto relazionale tra i pari e con il mondo esterno.
  2.  Riconoscimento sempre più forte di un mondo esterno che comunica ed interagisce con notizie e fatti.
  3.  Creazione di legami tra il gruppo di lavoro che possano diventare relazioni stabili.
  4. Favorire lo sviluppo di un linguaggio funzionale all’interazione sociale (per mostrare, chiedere, dire, ecc..).
  5. Informare i media sulle tematica della disabilità evidenziando le potenzialità creative, il mondo interiore, le emozioni, i pensieri di questi ragazzi pur nelle loro differenze espressive.
  6. Misurarsi in una esperienza che ricalchi un modello semi-lavorativo;
  7. Agevolare il lavoro di rete e implementare la comunicazione tra i soggetti e tutte le realtà territoriali, regionali e nazionali istituzionali (istituti scolastici, enti locali, strutture sanitarie e sociali) e non istituzionali (associazioni del terzo settore, professionisti, volontariato, ecc…).

Attività

  • Nascita e progettazione della redazione: conoscere i differenti ruoli e mansioni dei soggetti all’interno di una redazione e individuare le propensioni individuali;
  • Creazione di un giornale: discutere in merito agli obiettivi che si pone un giornale (comunicazione al mondo esterno)
  • Discussione degli argomenti da inserire
  • Scelta dei materiali;
  • Creazione di rubriche tematiche(siamo già pronti a partire con “RAMPAnte!”sulle barriere architettoniche)
  • Creare i contatti con la rete sociale e con altri soggetti che collaborano indirettamente al progetto;
  • Stesura degli articoli e discussione del materiale raccolto da inserire.
  • Durante gli incontri verranno poi di volta in volta stabilite ulteriori attività utili.

Strumenti e materiali

  • Proiettore
  • Televisione
  • Registratore audio
  • Macchina fotografica
  • Video camera
  • Dispositivi di archiviazione di massa
  • Materiale di cancelleria
  • Computer portatile

Costi

Il costo relativo ad attività di gruppo è di 5 euro l’ora.

Gli incontri

Gli incontri avranno una cadenza che andrà da 2 a 4 incontri mensili della durata di massimo due ore, che verranno decisi anche in funzione delle attività concordate nell’incontro precedente in redazione.